Le Tradizioni a Fiuggi

A Fiuggi sono due gli appuntamenti principali con la tradizione: la Festa delle Stuzze e la Festa di San Biagio, che si celebrano il 2 e il 3 febbraio. Pare che nel 1298 fu proprio la Festa delle Stuzze a salvare la città dall’assedio delle truppe papali. I soldati arrivarono di notte alle porte del borgo e, scambiando i fuochi delle celebrazioni per un incendio, pensarono di essere stati preceduti dagli alleati e se ne andarono tranquilli. L’indomani la città, saputo dello scampai pericolo, elesse il santo del giorno, San Biagio, a patrono di Anticoli: Durante Festa, che deriva da antichi riti pagani purificazione, si usavano bruciare appunto le “stuzze”, stoppie che nei seco sono diventate canne, tronchi di quercia addirittura capanne di legno coperte da rami di ginestra costruite appositamente per le celebrazioni. La Festa di San Biagio che ricorre invece il 3 febbraio, viene ripetuta nella prima domenica di agosto affinché anche i villeggianti estivi possano godere delle tradizioni cittadine. Poche tracce sono invece rimaste della maestria con cui gli artigiani fiuggini lavoravano il ferro battuto: le famose cancellate e i massicci portoni che ornavano la città furono infatti sacrificati durante la guerra. Nel centro storico restano comunque pregevoli botteghe artigiane e, sopratutto durante la stagione turistica, gallerie d’arte e case d’aste.

Lascia un Commento