La Storia

Le origini della cittadina risalgono al periodo preromano, durante il quale il piccino paesino detto Felcia venne a seguire le sorti della lega ernica che, dopo assidui incidenti e intese, si sottomise per sempre a Roma nel 367 a .C.Del periodo romano non si hanno tante informazioni certe: si sa che Felcia era sulla via Prenestina e che, con il nome di “Fons Arilla”, erano già note le proprietà delle sue acque. . Fu però nel Medioevo che la città si sviluppò e assunse maggiore importanza con il nome di Anticoli di Campagna, nome che conservò fino all’inizio di questo secolo. Il piccolo borgo ha sempre legato le sue vicende a quelle dello Stato pon­tificio, di cui faceva parte, come feudo dei maggiori casati romani.Il castello di Anticoli, oggi completamente scomparso, passò di mano in mano e vide avvicendarsi i Cajetani, gli Sforza, i Borgia, e infine i Colonna che mantennero il loro potere sulla città fino al 1816, anno in cui rinunciarono al feudo per il peso delle tasse imposte da papa Pio VII. La città restò dunque nello Stato pontificio, tranne una breve parentesi di governo napoleonico, fino all’unità d’Italia. La lunga storia di Anticoli di Campagna rimane impressa, ancor oggi, nel magnifico borgo medievale perfettamente conservato. È la parte più antica di Fiuggi, quella racchiusa nel perimetro delimitato dalle mura, dai bastioni, dalle porte del vecchio borgo arroccato a 747 metri d’altezza. Più in basso, nella vallata, la città si è poi estesa quando è cominciato il vero sviluppo. Tutto avvenne in pochissimo tempo: nel 1911 la modesta Anticoli di Campagna diventò Fiuggi, ed è questa data che segna lo spartiacque tra l’antico borgo pastorale e la moderna stazione turistica. Il  nome Fiuggi probabilmente deriva dalle felci “fiugy” in dialetto che crescevano nei boschi circostanti o, secondo alcuni, per la sua acqua che “fugge” velocemente dall’organismo. Sempre nel 1910 fu costruito lo splendido Grand Hotel Città di Fiuggi, che d’estate ospitava nel suo teatro tutti i più importanti spettacoli italiani dell’epoca Nel 1911 fu inaugurata la Fonte Bonifacio VIII, nel 1913 venne aperto il Grande Albergo Palazzo della Fonte, uno dei più prestigiosi d’Europa, che l’anno successivo ebbe l’onore di accogliere la famiglia reale. I più alti espo­nenti della politica, dell’arte, dell’aristocrazia e della finanza non mancavano di concedersi qualche giorno alle Terme di Fiuggi. Anni ruggenti che furono bruscamente interrotti dalla seconda guerra mondiale, durante il quale molte zone della Ciociaria, tra cui Montecassino, furono duramente bombardate. Oggi Fiuggi è una delle più importanti stazioni termali d’Europa.

 

Lascia un Commento